EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA (ECM)

logo-blu-1
IMG_0621
IMG_0619
SALAOP
NEFROLOGIA
TEATRO COM

KALEO SERVIZI ID: 2711

L’ECM è il processo attraverso il quale il professionista della salute si mantiene aggiornato per rispondere ai bisogni dei pazienti, alle esigenze del Servizio sanitario e al proprio sviluppo professionale.
La formazione continua in medicina comprende l’acquisizione di nuove conoscenze, abilità e attitudini utili a una pratica competente ed esperta.
I professionisti sanitari hanno l’obbligo deontologico di mettere in pratica le nuove conoscenze e competenze per offrire una assistenza qualitativamente utile. Prendersi, quindi, cura dei propri pazienti con competenze aggiornate, senza conflitti di interesse, in modo da poter essere un buon professionista della sanità.
L’avvio del Programma nazionale di ECM nel 2002, in base al DLgs 502/1992 integrato dal DLgs 229/1999 che avevano istituito l’obbligo della formazione continua

per i professionisti della sanità, ha rappresentato un forte messaggio nel mondo della sanità. La nuova fase dell’ECM contiene molte novità e si presenta quale strumento per progettare un moderno approccio allo sviluppo e al monitoraggio delle competenze individuali.
Dal 1 gennaio 2008, con l’entrata in vigore della Legge 24 dicembre 2007, n. 244, la gestione amministrativa del programma di ECM ed il supporto alla Commissione Nazionale per la Formazione Continua, fino ad oggi competenze del Ministero della salute, sono stati trasferiti all’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas).
L’Accordo Stato Regioni del 1° agosto 2007 che definisce il Riordino del Programma di Formazione Continua in Medicina e stabilisce la nuova organizzazione e le nuove regole per la Governance del sistema Ecm del triennio 2008-2010, individua infatti nell’Agenzia la “casa comune” a livello nazionale, in cui collocare la Commissione nazionale e gli organismi che la corredano.

Obiettivi Nazionali

  • Applicazione nella pratica quotidiana dei principi e delle procedure dell’evidence based practice (EBM – EBN – EBP) (1)
  • Linee guida – Protocolli – Procedure (2)
  • Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza – profili di cura (3)
  • Appropriatezza prestazioni sanitarie nei LEA. Sistemi di valutazione, verifica e miglioramento dell’efficienza ed efficacia (4)
  • Principi, procedure e strumenti per il governo clinico delle attività sanitarie (5)
  • La sicurezza del paziente. Risk management (6)
  • La comunicazione efficace interna, esterna, con paziente. La privacy ed il consenso informato (7)
  • Integrazione interprofessionale e multiprofessionale, interistituzionale (8)
  • Integrazione tra assistenza territoriale ed ospedaliera (9)
  • Epidemiologia – prevenzione e promozione della salute con acquisizione di nozioni tecnico-professionali (10)
  • Management sanitario. Innovazione gestionale e sperimentazione di modelli organizzativi e gestionali (vedi nota 1) (11)
  • Aspetti relazionali (la comunicazione interna, esterna, con paziente) e umanizzazione delle cure (12)
  • Metodologia e tecniche di comunicazione sociale per lo sviluppo dei programmi nazionali e regionali di prevenzione primaria (13)
  • Accreditamento strutture sanitarie e dei professionisti. la cultura della qualità (14)
  • Multiculturalità e cultura dell’ accoglienza nell’attività sanitaria (15)
  • Etica, bioetica e deontologia (16)
  • Argomenti di carattere generale: informatica e lingua inglese scientifica di livello avanzato. Normativa in materia sanitaria: i principi etici e civili del SSN (17)
  • Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica. Malattie rare (18)
  • Medicine non convenzionali: valutazione dell’efficacia in ragione degli esiti e degli ambiti di complementarietà (19)
  • Tematiche speciali del ssn e ssr ed a carattere urgente e/o straordinario individuate dalla commissionale nazionale per la formazione continua e dalle Regioni/Province Autonome per far fronte a specifiche emergenze sanitarie con acquisizione di nozioni di tecnico-professionali (20)
  • Trattamento del dolore acuto e cronico. Palliazione (21)
  • Fragilità (minori, anziani, tossico-dipendenti, salute mentale) tutela degli aspetti assistenziali e socio-assistenziali (22)
  • Sicurezza alimentare e/o patologie correlate (23)
  • Sanità veterinaria (24)
  • Farmaco epidemiologia, farmacoeconomia, farmacovigilanza (25)
  • Sicurezza ambientale e/o patologie correlate (26)
  • Sicurezza negli ambienti e nei luoghi di lavoro e patologie correlate (27)
  • Implementazione della cultura e della sicurezza in materia di donazione trapianto (28)
  • Innovazione tecnologica: valutazione, miglioramento dei processi di gestione delle tecnologie biomediche e dei dispositivi medici. Health Technology Assessment (29)
  • Epidemiologia – prevenzione e promozione della salute con acquisizione di nozioni di processo (30)
  • Epidemiologia – prevenzione e promozione della salute con acquisizione di nozioni di sistema (31)
  • Tematiche speciali del SSN e SSR ed a carattere urgente e/o straordinario individuate dalla Commissionale Nazionale per la Formazione Continua e dalle Regioni/Province Autonome per far fronte a specifiche emergenze sanitarie con acquisizione di nozioni di processo (32)
  • Tematiche speciali del SSN e SSR ed a carattere urgente e/o straordinario individuate dalla Commissionale Nazionale per la Formazione Continua e dalle Regioni/Province Autonome per far fronte a specifiche emergenze sanitarie con acquisizione di nozioni di sistema (33)

Formazione Medico Scientifica

IMG_1747
IMG_4073
OP2
OP
RADIOLOGYDAY
CATANIA
FOTO1
TAVOLO
TAVOLO1

Oggi, in un quadro di riferimento focalizzato sulle competenze, si fa sempre più strada un concetto largo ed integrato del processo formativo comprensivo sia delle conoscenze e capacità per un particolare compito, sia dei cambiamenti indotti nei comportamenti organizzativi.
La Kaleo Servizi ha assunto la formazione quale strumento orientato all’acquisizione mirata e sistematica di competenze aggiuntive e sostitutive di quelle già disponibili e non ad occasioni singole e slegate dal più ampio processo di sviluppo.
Si fa sempre più strada l’esigenza di cogliere nella formazione lo strumento per accompagnare il processo di cambiamento che si sta vivendo e per rispondere alla domande di nuove competenze e di sviluppo delle qualità personali.
La Kaleo Servizi, annualmente, predispone un piano dell’offerta formativa sulla base di un’articolata analisi dei bisogni formativi e degli obiettivi formativi indicati dalla Conferenza Stato-Regione.
Il piano ha come obiettivo primario la formazione di operatori sanitari sul territorio nazionale con l’approfondimento delle diverse discipline.

In particolare, l’offerta formativa vuole:

  • Consentire la soddisfazione del bisogno formativo del personale sanitario sulla base dei crediti necessari;
  • Favorire e accrescere la partecipazione del personale di area non sanitaria ai percorsi formativi aziendali in modo tale da ridurre il rischio di una crescita disomogenea, ridurre il gap tra i diversi settori, accrescere il senso di appartenenza integrato;
  • Potenziare il ruolo della formazione sul campo e della formazione residenziale;
  • Rispondere alle esigenze del territorio.